Sant’Agata dei Goti Foto & Blues

Questa presentazione richiede JavaScript.

Siamo stati io e my wife a Benevento. Precisamente il sabato pomeriggio e la domenica mattina di questo fine mese di maggio, nella Azienda Agricola Mustilli e nell’antico borgo di Sant’Agata dei Goti.  Dopo aver realizzato il post su  Gli Ondanueve al Mumble Rumble e nel cercare notizie relative all’ensamble che avevo fotografato nel locale di via Bonito, 19, mi sono imbattuto per caso nel sito dell’azienda di cui sopra (se non ricordo male gli Onda hanno suonato anche lì). Ci è sembrato subito un bel posto: il luogo ideale per sfuggire alla cappa di caldo umido e appicicoso di Napoli. E, oltretutto mi è sembrato anche un bel luogo da fotografare. Infatti eccovi le foto. Ah! Solo una cosa: come colonna sonora ho ascoltato: That’s What I Say – John Scofield Plays the Music of Ray Charles, e devo dire che anche se l’album è un pò vecchiotto, in quei luoghi  vi assicuro che suonava davvero bene!

Galleria

Annunci

Cetara: weeekend sulla costiera amalfitana – set n.3

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ultimo set di foto dedicato a un paesino sul mare che ci ha letteralmente incantato: Cetara.

Ringrazio l’amico Raffaele del bar sulla scogliera, e l’amico pescatore Salvatore e suo moglie Annarita per averci ospitato nella loro splendida mansarda di Erchie. Se abbiamo passato un bellissimo weekend lo dobbiamo anche a loro. Nicola e Silvia.

Galleria


Per gli altri set cliccare sui link sotto:

Erchie: weekend sulla costiera amalfitana – set foto n.2

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il secondo set è dedicato al meraviglioso luogo che ci ha ospitato: Erchie.

Galleria


Weekend sulla costiera amalfitana – set foto n.1

Questa presentazione richiede JavaScript.

Sabato domenica e lunedì passati sulla Costiera amalfitana. Per essere precisi, io e la my wife siamo andati ad allogiare ad Erchie, per poi recarci spesso sul lungomare di Cetara. Con una breve puntatina a Maiori.

Questo che presento è il primo set di foto realizzato sul tratto che porta a queste località.

Per le altre foto rimando ai prossimi post. Buona Visione!

Galleria



Palazzo Donn’Anna e Panorama da Posillipo

Questa presentazione richiede JavaScript.

Dopo aver scattato le foto alla Gaiola (vedi post:L’ Area Marina Protetta – Gaiola.), ho preso il motorino, e ho fatto come strada di ritorno la discesa di Posillipo.

Naturalmente, complice la bella giornata, non ho potuto resistere alla tentazione di scattarne alcune al panorama che il luogo offre. In più alcune foto ad un altro posto che mi ha sempre affascinato molto: il Palazzo Donn’Anna (a cui un giorno dedicherò un set di foto e notizie più ricco e dettagliato).

Non mi sono soffermato a lungo perchè avevo appuntamento con alcuni amici per andare a vedere la partita di calcio: Napoli – Atalanta (finita poi 2 a 0  – due gol di Fabio Quagliarella).

Galleria

L’ Area Marina Protetta – Gaiola.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Come avevo già preannunciato nel precedente post (“Mercatino Ecquo e Solidale”), sono andato Domenica mattina, verso le 10,30 fino alle ore 13,oo a Posillipo, per poi recarmi al Parco Virgiliano. Girando sulla sinistra del parco si accede a una stradina che porta ad un luogo davvero magico:L’ Area Marina ProtettaGaiola.

Da ragazzino (diciamo pure da piccolo “scugnizzo”) andavo spesso in questi luoghi con i miei amichetti a farci il bagno. Molte cose sono cambiate d’allora, ora l’area è protetta dalla sopraintendenza ai beni paesagistici e culturali, nel luogo c’è cura e manutenzione. Anche se quà e là si intravedono gruppetti di ragazzini che provano a fare i tuffi dagli scogli dell’isolotto (un enorme scoglio di fronte alla spiaggietta della Gaiola con annessa una villa dell’800 dal fascino misterioso), proprio come facevo io da piccolo.

Galleria

Via Caracciolo

https://i0.wp.com/c2.api.ning.com/files/Sqe0-aedCjj5zaZ95zn*HhFz7zZPKeyoaceSyvTMPERGsDgq9VvzG2OMmqMlV-wP/viacaracciolocopia.jpg

Via Caracciolo

Via Caracciolo, lungo la Villa Comunale

Via Caracciolo è una lunga ed ampia promenade di Napoli, che, fiancheggiando il Parco della Villa Comunale e la Riviera di Chiaia, costituisce (con via Nazario Sauro e via Partenope) parte del lungomare della città.

Il suo nome ricorda l’ammiraglio Francesco Caracciolo, eroe della Repubblica Partenopea, impiccato nel 1799 da Nelson all’albero maestro della sua nave e gettato nelle acque del Golfo di Napoli, il cui cadavere riemerse e fu raccolto sul litorale di Santa Lucia[1].

Creata su una colmata nel 186980, la grande strada è considerata una delle più belle litoranee del mondo[2], e corre fino a Mergellina con visioni panoramiche sulla città e sulle colline del Vomero e di Posillipo.

Strada a scorrimento veloce, ma dotata di ampi marciapiedi, viene talvolta chiusa al traffico, e dedicata allo svago dei cittadini. È separata dal mare solo da alcune scogliere artificiali, che hanno preso il posto delle antiche spiagge di cui restano solo alcuni frammenti in prossimità delle rotonde; un progetto del Comune di Napoli prevede per il futuro la ricostituzione dell’arenile.

https://i1.wp.com/c2.api.ning.com/files/fjCJhks0XLsnjViToaQ8334MP2sXHrnYjIVZx6Y5vqwEnEzCLFRmxxu5MbsoeNrz/24102009IMG_0237.jpg

Note

  1. ^ Vincenzo Cuoco, Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799
  2. ^ Napoli e dintorni, Touring club italia, Touring Editore, 2001.